Sud Campidano…da Muravera ad Arbus


EUR-ITA-Sardegna-Sud Campidano
  • EUR-ITA-Sardegna-Sud Campidano Torre di Porto Giunco
  • EUR-ITA-Sardegna-Sud Campidano Villasimius
  • EUR-ITA-Sardegna-Sud Campidano Tueredda
  • EUR-ITA-Sardegna-Sud Campidano Tueredda
  • EUR-ITA-Sardegna-Sud Campidano Torre
  • EUR-ITA-Sardegna-Sud Campidano Su Giudeu
  • EUR-ITA-Sardegna-Sud Campidano Simius
  • EUR-ITA-Sardegna-Sud Campidano Torre del Coltellazzo
  • EUR-ITA-Sardegna-Sud Campidano Torre Portoscuro
  • EUR-ITA-Sardegna-Sud Campidano Porto Pino
  • EUR-ITA-Sardegna-Sud Campidano Dune di Porto Pino
  • EUR-ITA-Sardegna-Sud Campidano Piscinas
  • EUR-ITA-Sardegna-Sud Campidano Piscinas
  • EUR-ITA-Sardegna-Sud Campidano Pinus Beach
  • EUR-ITA-Sardegna-Sud Campidano Torre del Coltellazzo
  • EUR-ITA-Sardegna-Sud Campidano Nido dei passeri
  • EUR-ITA-Sardegna-Sud Campidano Lungomare Sant'Antioco
  • EUR-ITA-Sardegna-Sud Campidano Cagliari
  • EUR-ITA-Sardegna-Sud Campidano Ingurtosu
  • EUR-ITA-Sardegna-Sud Campidano Spiaggia la Bobba
  • EUR-ITA-Sardegna-Sud Campidano Fenicotteri a Cagliari
  • EUR-ITA-Sardegna-Sud Campidano Costa rey
  • EUR-ITA-Sardegna-Sud Campidano Chia
  • EUR-ITA-Sardegna-Sud Campidano Torre di Su Loi
  • EUR-ITA-Sardegna-Sud Campidano Capo Spartivento
  • EUR-ITA-Sardegna-Sud Campidano Capo Sandalo Carloforte
  • EUR-ITA-Sardegna-Sud Campidano Cala del Morto
  • EUR-ITA-Sardegna-Sud Campidano Sella del Diavolo, Capo Sant'Elena
  • EUR-ITA-Sardegna-Sud Campidano Arco a Cagliari
  • EUR-ITA-Sardegna-Sud Campidano Nora
  • EUR-ITA-Sardegna-Sud Campidano Dune di Piscinas

Spostandosi verso la costa il paesaggio cambia; le bellezze costiere, il mare incontaminato e dalle incredibili sfumature, le ampie distese sabbiose ed i fondali digradanti, sono segni di una natura generosa che ha regalato a questa zona della Sardegna angoli di autentico paradiso. 

Una nota a parte la merita il caratteristico borgo di Orroli che sorge all’interno, in una conca dell’altopiano di Pranemuru, ai margini della valle del Flumendosa, nel Sarcidano. Il paese ha un centro storico ricco di palazzi e abitazioni con i tipici portali e le caratteristiche corti campidanesi ed è circondato dal verde e da molti siti archeologici: la necropoli di Su Motti, con domus de janas ricavate da massi erratici di basalto, lo stupefacente Nuraghe Arrubiu, in posizione panoramica presso il quale sono visibili anche i resti del villaggio nuragico. Poco distanti, gli splendidi laghi Mulargia e Flumendosa, due distese azzurre immerse nel verde della campagna, sono una vera oasi di pace per tutti gli appassionati di pesca sportiva e canottaggio.

Spostandosi verso la costa il paesaggio cambia; le bellezze costiere, il mare incontaminato e dalle incredibili sfumature, le ampie distese sabbiose ed i fondali digradanti, sono segni di una natura generosa che ha regalato a questa zona della Sardegna angoli di autentico paradiso.  Villaputzu, in una zona incontaminata e non ancora raggiunta dal turismo di massa, è caratterizzata da un immenso arenile poco frequentato, l’ideale per chi ricerca la tranquillità. Dopo la punta di Capo Ferrato protesa nel mare ed ai piedi del Parco dei Sette Fratelli e del monte Genis, nel cuore della regione storica del Sarrabus si trova Castiadas, che grazie ai 13 km di costa, spiagge incantevoli e vaste estensioni di macchia mediterranea alternata a secolari piante di leccio e querce, è un connubio perfetto tra mare e natura. Costa Rei è un altro angolo di paradiso, spiagge bianchissime a perdita d’occhio ed un mare dai riflessi multicolore. Il centro sicuramente più conosciuto è Villasimius, area marina protetta grazie al mare incontaminato e alle splendide spiagge di sabbia fine, è il punto di ritrovo preferito durante le calde serate estive, quando la sua piazza si riempie di gente e animazione. La città di Cagliari, affacciata sul Golfo degli Angeli e circondata da imponenti torri e bastioni, sorprende per il suo centro storico, i suoi palazzi antichi e l’atmosfera da antico borgo marinaro che si respira nelle strette viuzze. Ad ovest Pula, è un centro vivace e molto attivo che conserva caratteristiche urbanistiche tipiche del basso Campidano. La vicina Nora è nota per la sua zona archeologica situata ai piedi di un promontorio denominato Capo di Pula che si protende sul mare formando piccole insenature, dove si possono ammirare resti di templi, bagni termali, abitazioni e mosaici e che è congiunto alla terra ferma da un istmo che si estende, ad oriente, verso Punta del Coltellazzo, oltre che per le belle spiagge. Il centro più rinomato è Santa Margherita di Pula con le sue numerose strutture turistiche armoniosamente inserite nella pineta costiera, la sua spiaggia, composta da granelli di sabbia grigia con riflessi rosa, l’acqua poco profonda, è la meta ideale per famiglie con bambini. Pochi chilometri Domus De Maria che comprende nel suo territorio una tale quantità di bellezze naturalistiche da togliere il fiato. Le splendide spiagge sabbiose della frazione di Chia, le montagne ricche di boschi rigogliosi; tutto il territorio circostante è caratterizzato da un’alternanza di tratti dolci e aspri, un susseguirsi di arenili sabbiosi, separati da aspre lingue di roccia, con dune imponenti, dove ginepri secolari vivono indisturbati, e da maestosi picchi di granito e boschi rigogliosi, anche la macchia mediterranea qui conta essenze endemiche dai forti profumi e dai colori incantevoli. La torre di Chia, che sorge su un alto promontorio ricoperto dalla vegetazione della macchia mediterranea, domina questo paesaggio emozionante. Alla base si trovano i ruderi dell’antica città di fondazione fenicia di Bithia e l’isolotto Cardolinu unito alla spiaggia da una striscia di sabbia. Tra le splendide spiagge della zona, la famosissima Tueredda, caratterizzata da un isolotto, accarezzato dal grecale, dove è possibile distendersi sulla sabbia o sulle rocce calde e levigate, godendo del limpidissimo fondale, che degrada dolcemente per qualche metro. Il paese di Teulada, il cui centro abitato si sviluppa con strette stradine che si inerpicano nel vecchio centro storico, è rinomato per le sue meravigliose spiagge e per il mare cristallino ed è circondato da un paesaggio selvaggio e incontaminato. La sua costa alterna lunghi litorali a scogliere aspre e frastagliate e lo spettacolare Capo Malfatano abbraccia un buon tratto di costa fino a giungere a Capo Teulada, sua punta estrema. Il tipico bordo dio Sant’Anna Arresi con la meravigliosa spiaggia di dune bianche di Porto Pino vale bene una sosta. Dal punto di vista naturalistico da non perdere i suggestivi panorami montani della foresta di Gutturu Mannu ricca di lecci secolari, sughere e di una macchia mediterranea dai mille profumi e colori e del monte Punta Sebera. Molto caratteristici, anche se di modeste dimensioni, il porto Budello con le tipiche imbarcazioni dei pescatori e il porticciolo di Capo Malfatano.  Luogo affascinante è l’Isola di San Pietro, che si raggiunge con una breve tratta in traghetto da Calasetta o Portoscuso (circa 30/40 min.) ed è la seconda isola per grandezza, dopo Sant’Antioco, dell’arcipelago Sulcitano. Le coste alte e frastagliate, rifugio per rare specie di uccelli, nella zona nord ovest cadono a strapiombo sul mare e raggiungono altezze vertiginose fino ai 150mt. di Capo Sandalo, dove si trova il faro più ad occidente d’Italia. L’asperità delle coste è mitigata dalla presenza di piccole e suggestive cale sabbiose che si sviluppano fra ripide scogliere e vengono lambite da un mare trasparente. L’entroterra, ricoperto da una fitta macchia mediterranea, sprigiona profumi di rosmarino, cisto, corbezzolo e pino. L’isola è caratterizzata da una mescolanza delle culture mediterranea, sarda e ligure. Ci addentriamo ora nella zona forse meno conosciuta, ma non per questo meno affascinante della Sardegna. La Costa Verde e la zona mineraria, offrono emozioni e suggestioni. Addentrarsi verso Piscinas è come entrare in una valle fantasma, dove aleggiano gli spiriti del passato creando un’atmosfera unica e fuori dal tempo. Si parte da Guspini, posizionato in una conca alle pendici della sistema collinare Monte Santa Margherita-Su Montixeddu, abbraccia un vasto territorio abitato fin dal neolitico, come testimoniano numerosi ritrovamenti archeologici e si è sviluppato soprattutto grazie all’attività mineraria. A testimonianza restano i villaggi abbandonati di Montevecchio (che appartiene per metà al comune di Arbus) con le vecchie miniere avvolte da una natura folta e incontaminata e il centro abitato con i millenari basalti colonnari e le aiuole. Il territorio del Comune di Arbus è uno dei più estesi della Sardegna ed è ubicato a valle del passo Genna’e Frongia, circondato da una splendida cornice di monti e da una rigogliosa pineta, ed ha ben 47 chilometri di costa, che si estendono dalla penisola di Capo Frasca a nord fino a Capo Pecora, caratterizzato da aspre rocce di granito, a sud e comprendono la Costa Verde, situata tra Piscinas e Funtanazza. In questa zona si trovano le zone minerarie di Ingurtosu, Montevecchio e Gennamari, siti antichi di estrazione mineraria. La posizione centrale rispetto alla costa, dalla quale dista poco più di 20 km, rende Arbus luogo ideale di soggiorno, non solo a causa dello stupendo mare, ma anche grazie ad rara ricchezza di testimonianze storiche più recenti come le miniere, e più antiche, quali i nuraghe, le tombe dei giganti e le Domus De Janas sparse nell’entroterra. Particolarmente rinomata ad Arbus è la lavorazione dei coltelli a lama ricurva, detti arrasoias, che vengono prodotti da abili artigiani locali. Non lontano, nella Marina di Arbus, si estendono la spiaggia di Funtanazza, dalle acque di un verde intenso e dalla sabbia grigio scuro, quelle di Pistis e di Torre dei Corsari, caratterizzata da un lungo arenile circondato da dune dorate. Una menzione merita il borgo minerario abbandonato di Ingurtosu, costruito dalla società francese Pertusola, ex proprietaria delle miniere. Le case, la chiesa e la palazzina della direzione sono circondate dal verde della macchia mediterranea e della pineta ed una strada sterrata scende tra miniere, edifici abbandonati e gigantesche discariche fino a Narcauli con le rovine della caveria costruita nel primo dopoguerra. Un tempo un trenino portava il materiale estratto fino al mare dove veniva caricato sulle navi ed alcuni tratti delle vecchie rotaie con i carrelli si possono vedere sulla spiaggia di Piscinas nei pressi dell’Hotel Le Dune, ricavato da un vecchio edificio minerario. Alle spalle una catena di bianche dune, modellate dal maestrale, il cui color chiaro è interrotto, a tratti, da cespugli pungenti e, verso l’interno da ginepri e vecchi olivastri che s’infittiscono fino a diventare dei piccoli boschi. Territorio di grande valore naturalistico, è l’ambiente ideale per lunghe passeggiate sulla sabbia, soprattutto nelle prime ore del mattino, quando è possibile persino incontrare i cervi che si spingono sino al mare e, a giugno, le tartarughe marine che depongono le uova.

L’aeroporto di Cagliari è ben servito sia da voli di linea Air Italy e Alitalia, sia da compagnie low cost come Easy Jet, Vueling, Volotea e Ryan Air. Da Cagliari una comoda strada che, per la maggior parte, passa a breve distanza alla costa, sia in direzione ovest che est.

Per chi arriva in traghetto, il porto di Cagliari è servito unicamente da Tirrenia con corse notturne che partono da Civitavecchia. Chi proviene dal nord Italia può utilizzare le navi GNV e Tirrenia che collegano Genova a Porto Torres e poi scendere verso Cagliari utilizzando la E25/SS131.

Muscas maceddas

La Grotta della Vipera, scavata nella roccia circa duemila anni fa, è un monumento funerario in scampato alla progressiva urbanizzazione della città di Cagliari che è giunto ben conservato fino ad oggi. Deve il suo nome ai serpenti scolpiti nella roccia e fu scavato per Atilia Pomptilla dal marito a simbolo dello struggente amore per la consorte che sacrificò la propria vita per guarirlo da una malattia. La grotta rappresenta la vita eterna e soprattutto l’immortalità dell’amore coniugale. La leggenda narra che all’interno della grotta ci fosse un tesoro del valore inestimabile nascosto in una delle due casse identiche sotterrate nel posto più buio del mausoleo funebre: una conteneva pietre preziose, l’altra invece era piena di mosche dal veleno mortale a guardia del tesoro, che la leggenda chiama “muscas maceddas”.

Carloforte, ovvero U Pàize

Carloforte conserva un dialetto chiamato ligure-tabarchino retaggio della colonizzazione ad opera di pegliesi (originari di un quartiere della Genova antica) del 1738. Di ritorno da Tabarka al seguito della ricca famiglia Lomellini, un folto gruppo si stabilì sull’isola di San Pietro. Nel 2010 alla città di Carloforte è stata riconosciuto il ruolo di comune onorario della città metropolitana di Genova in virtù dei legami storici, economici e culturali con il capoluogo ligure e in particolare con il quartiere di Pegli, luogo di partenza della emigrazione con il quale si celebra ogni anno un gemellaggio. L’architettura della città, la cultura, i costumi, gli usi di Carloforte sono di tipo strettamente ligure e la vocazione marinaresca è ancora molto sentita, tanto da spingere molti anziani a tornare alla terra d’origine, mantenendo ben saldi i forti legami con le parentele divise tra Carloforte e le famiglie diffuse nell’intera riviera Ligure.

Il Parco Geominerario Storico e Ambientale

La Sardegna è unica nel Mediterraneo per le caratteristiche ambientali, geologiche, biologiche, per la spettacolare morfologia delle sue coste e dei rilievi interni, per le sue cavità sotterranee, per il suo patrimonio archeologico diversificato (dai siti preistorici, alle vestigia romane, puniche, alle torri aragonesi fino ad arrivare alla storia più recente). Situato nella zona sud ovest dell’isola, il Sulcis Iglesiente è stato in passato tra i più importanti distretti metalliferi dell’Europa occidentale per la consistenza dei giacimenti di piombo, zinco, rame, argento, stagno e ferro, sfruttati sin dai tempi più remoti, oltre che giacimenti di barite, di argilla bentonitica e, soprattutto, di carbone. L’attività mineraria ha modellato il paesaggio e forgiato l’antica cultura delle popolazioni minerarie dando vita ad un’ambiente in cui il fascino della storia di respira non solo tra le splendide testimonianze di archeologia industriale, ma anche in mondi sotterranei e a contatto con la magnifica natura sarda. Il parco custodisce suggestivi villaggi operai, pozzi di estrazione, gallerie lunghe migliaia di chilometri, vecchi impianti industriali, antiche ferrovie, ricchi archivi documentali e, soprattutto, la memoria di generazioni di minatori. Ma oltre all’opera dell’uomo, nel parco la grandiosità della natura regala il meglio di sé: splendide falesie e faraglioni calcarei a picco sul mare, infinite e quasi desertiche distese di sabbia color oro, suggestive cavità carsiche, selvagge foreste ricche di fauna e la straordinaria cornice smeraldina del mare di Sardegna.

EUR-ITA-Sardegna-Chia Laguna

Chia Laguna Sardinia

Prenota con noi : TRASFERIMENTO GRATUITO DALL'AEROPORTO DI CAGLIARI.

Un Resort di lusso immerso nella natura ,il sogno di una vacanza a lungo raggio in un mare caraibico , questa e' la Sardegna che ti sorprende e ti conquista.


EUR-ITA-Sardegna-Hotel Baia di Nora

Hotel Baia di Nora

Prenota con noi : trasferimento gratuito dall'aeroporto di Cagliari per coppie.

Una vacanza elegante tra mare da sogno, archeologia e storia della Sardegna del Sud.


EUR-ITA-Sardegna-Cormoran

Hotel Residence Cormoran

Un posto dove trascorrere la vacanza al mare coccolati dalla cura e dall'eleganza dei tempi antichi in un Resort al passo con i tempi.


EUR-ITA-Sardegna-Marina Rey

Marina Rey Beach

Prenota con noi: 2 bambini gratis in terzo e quarto letto fino ad esaurimento delle disponibilità – Nave Gratis – Tessera Club inclusa.

Un villaggio esclusivo alla portata di tutti in un mare da sogno nella più autentica Sardegna del Sud.


EUR-ITA-Sardegna-Timi Ama

Pullman Timi Ama

PRENOTA CON NOI: TRASFERIMENTO PRIVATO GRATUITO.

Una vera vacanze a 5 stelle in una delle più belle spiagge della Sardegna Sud Orientale, per chi vuole coccolarsi in un angolo di assoluta pace.


EUR-ITA-Sardegna-S'Incantu

S’Incantu Resort

PRENOTA CON NOI: CONSUMI E PULIZIA FINALE INCLUSI – NAVE GRATIS !

Un club esclusivo a pochi passi dal centro di Villasimius, posto ideale anche per chi ama la compagnia di un fedele 4 zampe.


LE SPIAGGE PIU’ BELLE!

Costa di Castiadas

Le Ginestre o Scoglio di Peppino, Santa Giusta, Cala Cannisoni, Sant’Elmo, San Pietro, Cala Sinzias, Cala Pira, Cala Porceddu.

Costa di Muravera

De s’Acqua Durci, Quirra, Foxi de Sa Carina, Foce delFlumendosa, Porto Tramatzu, Cala Murtas, Porto Corallo, Corr’ e Bois, San Giovanni, Sa Quazzighedda, Torre Salinas, Colostrai, Cristolaxedu, Capo Feraxi, Cala s’Illixi, Cala Su Figu, Perda S’Achilloni, Porto Pirastru, Capo Capo Ferrato, Tziu Franciscu, Piscina Rei, Monte Nai, Marina Rei.

Costa di Villasimius

Proceddus, Punta Molentis, Riu Trottu, Aiuanni Andria, Manunzas, Porto Luna, Is Traias, Simius, Serr’ e Morus, Timi Ama, Notteri, Porto Giunco, Cava Usai, Cala Burrone, Cala Caterina, Santo Stefano, Fortezza, Del Porticciolo, Del Riso, Campolongu, Cuccureddus, Campus, Piscareddus, Porto Sa’ Ruxi, Capo Boi.

Costa di Pula

Su Stangioni, Su Guventeddu, I Fichi, Nora, Torre del Cortellazzo, D’Agumu, Foxi’ e Sali, Santa Margherita, Cala d’Ostia, Campu Matta, Cala Marina, Is Morus, La Saia, Cala Verde, Perla Marina, Riva dei Pini, Cala Bernardini, Pinus Village.

Costa di Domus de Maria

Cala de Sa Musica, Isula Manna, Il Porticciolo, Torre di Chia, Sa Colonia, Cala del Morto, Porto Campana, Su Giudeo, Cala Cipolla, Capo Spartivento, Torre di Pixinni, Su Portu, Monte Cogoni. 

Costa di Teulada

Capo Malfatano, Tueredda, Perdalonga, Porto Zafferano, Porto Tramatzu, Cala Piombo, Porto Scudo, Porto Pirastu, Pala di Levante, Del Budello, Sa Canna, Campionna, Piscinni, Porto Larboi, Cala Antoniareddu

Costa di Sant’Anna Arresi

Porto Pino

Isola di San Pietro

Del Giunco, Di Girin, Punta Nera, Di Guidi, La Bobba, Lucchese, la Conca, Cala dello Spalmatore o La Caletta, Punta dei Laggioni, Cala del Fico, Cala Vinagra, Tacca Rossa, Calalunga.

Costa di Arbus e Guspini

Corrulongu, Masoni Grandi, Guardia de Is Turcus, Acquadroviu, Scivu, Narucci o di Bau, Piscinas, S’Acquedda, Portu Maga, Campu’ e Sali, Gutturu’e Flumini o Marina di Arbus, Funtanazza, Port di Tremolia, Sa Murta, Porto Palma o Flumentorgiu, Portu Is Cannisonis, Torre dei Corsari, Sabbie d’Oro, Pistis, Porto Terrexi, Sa Niedda, Punta Frasca.

ESCURSIONI CONSIGLIATE!

 Muravera e il complesso megalitico di Cuili Piras; escursioni in barca all’Isola dei Cavoli; il parco dei Monti dei Sette Fratelli; Cagliari e il suo centro storico; la zona archeologica di Nora; l’Isola di San Pietro; il Parco Geominerario, Storico e Ambientale della Sardegna.

 

 

 

EasyJet

E' il primo network di trasporto aereo in Europa grazie a una presenza di primo piano sulle prime 100 rotte e sui 50 principali aeroporti europei.


Ryanair

Il modello a basso costo e senza fronzoli di Ryanair ha rivoluzionato il settore del trasporto aereo e ha reso l'Europa accessibile a tutti. Ryanair continua a essere leader nei trasporti aerei a prezzi convenienti, facendo tutto il necessario per garantire tariffe tra le più basse sul mercato.