Calcidica


Macedonia


La Calcidica è una regione della Macedonia Centrale nel nord della Grecia ed è costituita da tre penisole: Kassandra, Sithonia e Monte Athos. La regione autonoma del Monte Athos costituisce la parte più orientale della penisola. Il capoluogo della Calcidica è la città di Polygyros, situata nel centro della penisola.

Le penisole (o comunemente definite “dita”) di Kassandra e Sithonia sono destinazioni turistiche alquanto frequentate e sono caratterizzate da lunghe spiagge di sabbia, mare cristallino ed una vegetazione rigogliosa. Monte Athos è invece un’area a statuto autonomo dove l’accesso è limitato dalle autorità ecclesiastiche: massimo 10 pellegrini non ortodossi al giorno con severo divieto di accesso alle donne. Kassandra e Sithonia sono rispettivamente le propaggini occidentale e centrale della regione ed attraggono annualmente un numero crescente di turisti.

Kassandra
Ricca di pinete, uliveti e spiagge dorate, la penisola di Kassandra si trova a sud-est della città di Salonicco ed è la più occidentale delle tre che compongono la Calcidica. Negli anni è diventata una meta molto ambita dai vacanzieri che preferiscono la sua maggiore ricchezza di infrastrutture turistiche rispetto alla più tranquilla Sithonia e all’inaccessibile Monte Athos; offre una costa frastagliata, lungo la quale si aprono meravigliose baie di sabbia, strutture alberghiere di qualsiasi livello ed una discreta vita notturna. Le principali località turistiche sono tra Kallithea e Pefkohori sulla costa orientale e tra Sani e Skala Fourkas sulla costa occidentale. Il resto della penisola ha comunque molti villaggi, variamente attrezzati ad ospitare vacanzieri. Le spiagge di questa area sono rinomate per la loro sabbia soffice, le acque cristalline e l’abbondanza di verde che è un tratto distintivo dell’intera regione. Per raggiungere Kassandra è necessario attraversare il ponte di Nea Potidea: la penisola è in effetti un’isola separata dalla terraferma dal canale di Potidea. I trasporti pubblici sono abbastanza efficienti, ma – considerando le distanze – il modo migliore per esplorare la penisola rimane sempre un’auto propria o noleggiata.

Tra i luoghi di maggiore interesse ricordiamo:

  • La grotta di Petràlona, scoperta nel 1959, dove è stato ritrovato un teschio umano risalente a 700 mila anni fa. Il Museo Antropologico raccoglie numerosi reperti paleolitici e fossili animali.
  • Le località balneari di Nae Moudania e Siviri sono animate nelle le serate estive da concerti e festival teatrali all’aperto.
  • Il monastero bizantino di Nea Fokea e i borghi tradizionali di Dionissiou e di Zografou.
  • I resti del tempio dorico di Zeus Ammone, il santuario di Dioniso e delle Ninfe e la cappella di Agios Panteleimon a Kallithea.

Sithonìa
E’ la penisola centrale della Calcidica, un lembo di terra che si protende nel Mar Egeo, contornato da golfi, splendide spiagge e numerosi villaggi tradizionali. E’ un luogo ideale per vacanze romantiche e per tutti coloro che cercano una vacanza tranquilla. La penisola di Sithonia offre alcune tra le più belle spiagge di sabbia dell’intera Grecia, ottimi servizi alberghieri di vario livello, dalla piccola pensione familiare al moderno resort di lusso. Partendo da nord, la prima cittadina che incontriamo è Nikiti, uno dei principali insediamenti della zona insieme a Neos Marmaras, Toroni, Sykia, Sarti, Vourvourou e Agios Nikolaos. Ci sono inoltre vari piccoli villaggi come Metamorfosi, Porto Koufo, Kalamitsi e Ormos Panagias dove una visita è assolutamente d’obbligo. Il trasporto pubblico è abbastanza irregolare su Sithonia e per gli spostamenti si consiglia di recarvisi con auto propria o a noleggio. Tra i luoghi di maggiore interesse ricordiamo:

  • Le Basiliche paleocristiane di Agios Georgios ed Elia
  • Le rovine della fortezza di Agios Nikolaos
  • Il Parthenonas a Neos Marmaras
  • I mulini a vento e le rovine del Santuario di Episkopi a Sykia
  • Il Monastero di Xiropotamos a Sarti
  • L‘isolotto di Agios Andreas

Monte Athos
Monte Athos è la penisola più ad est delle tre che compongono la Calcidica ed è – alla stregua del Vaticano – un vero e proprio Stato autonomo all’interno della repubblica Ellenica. Il “terzo dito” della Calcidica ha una superficie di 335 chilometri quadrati e si estende nel Mar Egeo per 50 chilometri di lunghezza, con una larghezza che varia tra i 7 e i 12 chilometri. Questa propaggine prevalentemente montuosa è ovviamente pervasa da una forte aura mistica e la vetta più alta raggiunge i 2039 metri sul livello del mare: qui sorgono 20 monasteri di culto ortodosso, dei quali 17 greci, uno russo, uno serbo e uno bulgaro, che costituiscono un patrimonio monumentale religioso di immenso valore artistico. Solo la comunità monastica, che oggi conta poco più di un migliaio religiosi, può stabilirsi e circolare nella penisola. La storia del Monte Athos ha avuto inizio nel 963 quando Sant’Atanasio istituì il monastero di Grande Lavra, ancora oggi il più importante. Oltre ai monasteri esistono 12 piccole comunità minori di monaci e vari eremi. I laici possono visitare il Monte Athos solo dopo aver ottenuto un permesso speciale, mentre per le donne vige il divieto assoluto di accesso. La procedura per ottenere il permesso è lunga e complessa, soprattutto per i visitatori non ortodossi che devono specificare in una lettera il motivo della richiesta che può essere solo per pellegrinaggio o per studio. La richiesta di visita può impiegare mesi prima di essere accolta, in quanto c’è un numero giornaliero di soli 120 pellegrini ortodossi e 10 non ortodossi che può accedere alla zona. La penisola è raggiungibile solo in barca, benché sia collegata alla terraferma, ed ha ripidi pendii, verdi vallate e una vegetazione rigogliosa interrotta saltuariamente dall’imponente sagoma dei monasteri, realizzati a guisa di castelli fortificati con pareti monumentali che racchiudono un cortile. Il monastero di San Panteleimon, uno dei più grandi e più ricchi del Monte Athos, è stato costruito dai monaci che provenivano dalla Russia e lo stile riflette chiaramente la loro l’influenza. All’interno dei monasteri e delle numerose chiese si trovano ricchezze inimmaginabili: si ritiene che Monte Athos conservi la più grande collezione di arte cristiana al mondo, composta da pregevoli affreschi, mosaici, biblioteche ricche di pubblicazioni antiche, antiche icone ornate in oro.

 

Informazione attualmente non disponibile.

Informazione attualmente non disponibile.

Hotel & Spa Porto Carras Meliton

Il Porto Carras Grand Resort è situato sulla costa occidentale di Sithonia, il "dito" centrale della Calcidica. Con una costa che si estende per 9 km e più di 25 baie private con acque dal blu intenso, è la meta ideale per godere di rare bellezze naturali in un ambiente lussuoso e ricco di intrattenimenti di qualsiasi genere. Il resort è composto da 2 hotel: Meliton Deluxe Thalasso & Spa Hotel e Thalasso & Spa Hotel.


Athos Palace, Calcidica, Grecia

Hotel Athos Palace

L’Hotel Athos Palace si trova immerso tra magnifici giardini sulla prima penisola di Kassandra, la più occidentale delle tre che compongono la regione della Calcidica. Gode di una comodissima posizione sulla spiaggia, con camere vista mare vista montagna, e rappresenta una valida sia per chi desidera una vacanza rilassante in hotel, sia per chi ricerca una comoda base di partenza per esplorare le spiagge della regione.


Macedonian Sun, Calcidica, Grecia

Hotel Macedonian Sun

Semplice, accogliente e funzionale, l’hotel Macedonian Sun è stato rinnovato nel 2007/2008 e si trova sulla strada che porta al villaggio di Kallithea. La sua posizione è ideale per coloro che desiderano vedere i vicini villaggi e le tante spiagge della penisola di Kassandra.















Non sono ancora disponibili informazioni per la zona desiderata.