Oinousses


EUR-GRE-Nord Egeo-Oinousses
  • EUR-GRE-Nord Egeo-Oinousses Oinousses
  • EUR-GRE-Nord Egeo-Oinousses Oinousses
  • EUR-GRE-Nord Egeo-Oinousses Oinousses
  • EUR-GRE-Nord Egeo-Oinousses Oinousses
  • EUR-GRE-Nord Egeo-Oinousses Oinousses, chiesa
  • EUR-GRE-Nord Egeo-Oinousses Oinousses, porticciolo
  • EUR-GRE-Nord Egeo-Oinousses Oinousses
  • EUR-GRE-Nord Egeo-Oinousses Oinousses
  • EUR-GRE-Nord Egeo-Oinousses Oinousses, il villaggio e il porticciolo visti dal mare
  • EUR-GRE-Nord Egeo-Oinousses Oinousses
  • EUR-GRE-Nord Egeo-Oinousses Oinousses
  • EUR-GRE-Nord Egeo-Oinousses Oinousses
  • EUR-GRE-Nord Egeo-Oinousses Oinousses
  • EUR-GRE-Nord Egeo-Oinousses Oinousses

Oinousses (conosciuta anche come Aignoussa o Egnoussa) è un piccolo arcipelago formato da 9 isole, una più grande e le altre 8 davvero piccole, situato 2 km. a est di Chios e a soli 8 km. dalla costa turca.

Oinousses (conosciuta anche come Aignoussa o Egnoussa) è un piccolo arcipelago formato da 9 isole, una più grande e le altre 8 davvero piccole, situato 2 km. a est di Chios e a soli 8 km. dalla costa turca. L’isola maggiore è Oinousses, l’unica abitata, le minori sono Panaya, Vatos, Potikoniso, Avloni, Archontoniso e due piccolissimi lembi gemelli di verde terra chiamati Prasonisia.

L’isola principale ha una fоrmа stretta e allungata con una costa piuttosto frastagliata, mentre all’interno si trovano alte colline ricoperte da bassa vegetazione verde. Gli abitanti si dedicano per lo più alle attività marittime come la navigazione e la pesca, alla viticultura e all’allevamento delle capre. In epoca romana l’isola di Oinoussa era conosciuta per la produzione di eccellenti vini, in greco Oinos, da cui pare derivare l’odierno nome. Nel periodo medioevale, i genovesi nominarono queste isole Spermandores. Nel XVIII secolo furono le famiglie di armatori originarie del luogo (Livanos, Lemos, Kollakis, Pateras) a rendere grande il nome della Grecia nel mondo con la nascita dell’industria navale. Queste ricche famiglie di armatori hanno anche contribuito con donazioni alla realizzazione di importanti opere pubbliche sull’isola come un centro culturale ed uno stadio.

Il centro principale è Oinoússes che conta circa 800 abitanti; qui si trova il porto e, di fronte ad esso, alcuni isolotti con minuscole chiese е cappelle raggiungibili in barca con un tragitto di pochi minuti. Il villaggio di Oinoússes, situato sulla costa meridionale, è abbastanza esteso considerando le piccole dimensioni dell’isola che la ospita ed è stato edificato a ridosso di una collina verde, di fronte a una tranquilla baia dove si trova il porto. Le costruzioni riflettono le caratteristiche proprie di questa zona, graziose case bianche e modeste alternate ad alcuni eleganti edifici in stile neoclassico e ville costruite dalle famiglie di ricchi armatori originari dell’isola. Qui si trovano l’antico liceo navale e il museo marittimo che custodisce i dipinti di Glykas e le interessanti collezioni di modellini di imbarcazioni utilizzate in occasione delle guerre napoleoniche. A Oinоusses si trovano piccoli negozi, qualche taverna e bar. Pochi sono gli alloggi per turisti, solo camere in affitto in case o piccole pensioni. Altri due insediamenti più piccoli sono Kástron dove vivono circa 35 persone e Aspalathrókampos con una ventina di abitanti. Merita una visita il monastero di Isihastirio Evangelismou costruito negli anni 60 dalla famiglia Pateras in perfetto stile bizantino che ospita al suo interno gli affreschi di Fotis Kontoglou. Il monastero è abitato da una ventina di monaci, che si dedicano ai lavori di artigianato. Sulla piccola isola di Panaya si trova invece il monastero di Zoodochou Pigi. L’isola è ricca di percorsi e itinerari naturalistici, soprattutto nella parte meridionale dove si trovano sentieri molto verdi e ben tenuti che attraversano paesaggi rurali incontaminati.

LE SPIAGGE

Zepaga: bella spiaggia di sabbia e ciottoli bagnata da un mare azzurro e trasparente.

Bilali: la migliore dell’isola, molto frequentata. Si tratta di una piacevole spiaggia di sabbia e ciottoli lambita da acque trasparenti e cristalline dalle sfumature azzurre.

Kastro: piacevole spiaggia di sabbia e ghiaia.

Farkeru: inserita in un contesto naturale bellissimo, si raggiunge con una passeggiata di 20 minuti partendo dal porto e percorrendo un bellissimo sentiero delimitato da pini. La spiaggia è bagnata da un mare trasparente e pulito.

 

Informazione attualmente non disponibile.

Informazione attualmente non disponibile.

Non sono ancora disponibili sistemazioni per la zona desiderata.

Non sono ancora disponibili informazioni per la zona desiderata.