Chios



  • Vroulidia
  • Vroulidia
  • Porto di Vokaria
  • Vessa
  • Trahili
  • Gocce di masticha
  • Lavorazione della masticha
  • Lavorazione della masticha
  • Pyrgi
  • Pyrgi
  • Lavorazione dell'origano
  • Natura
  • Mesta
  • Mesta
  • Apicoltura
  • Komi
  • Mavra Volia
  • Mavra Volia
  • Emporios
  • Chios
  • Mesta
  • Pyrgi
  • Mulini di Chios
  • Didimes
  • Mesta
  • Elinda
  • Grotta di Emporios
  • Mavra Volia
  • Mavra Volia
  • Mavra Volia
  • Mastihochoria
  • Natura
  • Volissos
  • Avlonia
  • Apothika
  • Agios Isidoros
  • Agios Nikitas
  • Agia Dynami

Chios è un'isola dell'Egeo orientale, a poche miglia costa turca. La popolazione è di circa 52.000 abitanti, distribuiti su una superficie di 845 km². L'isola è famosa per i suoi paesaggi e il clima mite. Fra le esportazioni primeggia il mastice, seguono olive, fichi e vino.

Chios è un’isola alquanto estesa (circa 850 Km2) che si trova nel nord-est Egeo, molto vicina all’Asia Minore e di fronte alla penisola di Erytha, dalla quale è separata dal Canale di Chios. Le potenzialità turistiche dell’isola, che la tradizione tramanda come luogo di nascita del sommo poeta Omero, sarebbero notevoli: cittadine e villaggi dal carattere decisamente marcato, magnifiche spiagge di diversa natura, un entroterra ricco e variegato, testimonianze storiche ed archeologiche di rilievo assoluto. Ciò nonostante, l’isola è sempre rimasta ai margini dei flussi turistici e tanti ne ignorano addirittura l’esistenza, confondendola con la quasi omonima Ios, la piccola “party-island” situata tra le Cicladi, a poche miglia da Santorini. Le ragioni dell’isolamento del quale Chios ha sempre goduto sono abbastanza oscure e sono probabilmente da attribuire alla grande ricchezza di risorse dell’isola che la ha storicamente resa oggetto delle attenzioni di invasori stranieri, dai Romani ai Turchi, dai Veneziani ai Genovesi che conquistarono l’isola nel 1346 ed aprirono un lungo capitolo della sua storia. In questa fase, l’isola fu affidata a 29 mercanti ed armatori provenienti da Genova che fondarono una compagnia di scambi chiamata Maona (dall’arabo “maounach”) appartenente alla famiglia Giustiniani, proprietaria dell’omonimo palazzo della Repubblica Marinara, sede delle attività economiche. Giovanni Giustiniani fu a capo delle forze armate che si batterono valorosamente al fianco di Costantino Palaeologus durante l’assedio di Costantinopoli del 1453. I Giustiniani governarono Chios servendosi di un sovrintendente che dirigeva 52 postazioni militari sparse sull’isola e, durante questo periodo (1346-1566), le attività commerciali ripresero corpo, dando all’isola di Chios una nuova fase di prosperità. Durante la loro permanenza, i Genovesi introdussero anche la coltivazione di agrumi e la lavorazione della seta, intrapresero molte opere pubbliche e riportarono l’ordine sociale e politico che da tempo mancava. Bisogna comunque tenere presente che si trattava di invasori ed i loro metodi piuttosto crudeli provocarono uno sbarramento allo sviluppo culturale, così come una certa ostilità da parte della popolazione. Di questo periodo rimangono numerose testimonianze architettoniche che – dopo lunghi anni di abbandono – sono state riportate all’antico splendore e sono oggi magnifiche dimore turistiche che siamo lieti di presentare nelle pagine successive.

Chios vanta ben 66 villaggi sul proprio territorio. Chios città è il capoluogo dell’isola e – con oltre 30.000 abitanti – si presenta effettivamente come una moderna cittadina popolata, operosa e prevalentemente dedita al commercio. Il visitatore fugace che creda di sbarcare nel tipico paesino dell’isola sperduta nel mar Egeo molto probabilmente rimarrà deluso dal primo approccio. Un contatto più approfondito col luogo gli darà tuttavia modo di apprezzare la millenaria storia della cittadina, le cui vicende sono testimoniate da tanti dettagli, musei e monumenti ad ogni angolo di strada, senza trascurare le tante opportunità di svago (bar, disco-bar, ristoranti, negozi e taverne tipiche) che si trovano nella zona del lungomare. La zona settentrionale ospita i villaggi di Kardamila, Amades, Viki, Kambia e Lagada, mentre quella nord-occidentale presenta un paesaggio prevalentemente di campagna nel quale sorgono i villaggi di Volissos, Agio Gala, Pirama, Agiasmata e Nenitouria, famosi per le vallate e le sorgenti di acque terapeutiche. Nella parte centrale di Chios, una tappa d’obbligo è il villaggio di Anavatos, costruito sulla cima di una roccia, mentre nella parte meridionale di Chios si trovano i famosissimi villaggi medievali di Pyrgi, Mesta ed Olympi, costruiti come castelli a protezione dagli attacchi dei pirati; Pyrgi, in particolare, è famoso per le decorazioni geometriche bianche e nere.

Le coste di Chios sono alquanto estese e presentano un aspetto vario: per questo troviamo una discreta scelta di spiagge, tali da soddisfare ogni preferenza; nei pressi della città di Chios troviamo le spiagge di Karfas (il principale resort turistico), Mega Limnionas, Aghia Fotia, Afanis, Lo e Daskalopetra. Nella zona occidentale ci sono invece quelle di Elinta, Tigani, Metoxi, Managros, Limnos e Agia Markela. Altre favolose spiagge sono situate a sud; tra le più famose Komi, Mavra Volia, Vroulidia, Karida e Kato Phana.

La Masticha: un discorso a parte merita una pianta che sembra fare da filo conduttore nell’industria agricola e nella tradizione di Chios: è il cosiddetto albero del mastice, il “Mastic Lentisk”. Questo sempreverde, detto anche Schinos, cresce esclusivamente in quest’isola, e la sua coltivazione è concentrata in ventuno villaggi dell’area meridionale. Si tratta di un piccolo cespuglio, con ramoscelli sottili, dal tronco color cenere scuro, più o meno intenso in base all’età della pianta. Per crescere in modo ottimale, necessita di un ottimo clima e di una particolare composizione del suolo, come le rocce calcaree dell’isola, refrattarie all’umidità superficiale. Attualmente il mastice è protetto dalla CEE e garantito dal programma di denominazione origine protetta (D.O.P) e sembra essere conosciuto fin dai tempi antichi per le sue virtù curative, per il suo aroma e il suo olio. Questo prodotto naturale ha moltissime qualità e usi: è conosciuto in tutto nell’industria farmaceutica mondiale perché, sia come medicina che come gomma da masticare, assorbe il colesterolo, ha un’azione antibatterica, funziona come antisettico orale, aiuta la digestione, ha un potere cicatrizzante ed è sperimentato come cura per le ulcere allo stomaco. E’ inoltre usato anche in distilleria per produrre liquore di mastice ed il tipico Ouzo (anice) al gusto di mastice chiamato appunto “mastichato”. Per l’utilizzo culinario, può anche essere utilizzato nella preparazione di biscotti, gelati al mastice, e dolci al cucchiaio. Infine, il prodotto raffinato può essere utilizzato come ingrediente principale per dentifrici, shampoo, profumi, incensi e smalti. Per la coltivazione e la produzione del mastice, si utilizza ancora il metodo tradizionale, chiamato “kendros”. Questo procedimento richiede il lavoro certosino di varie persone, tanto tempo e duro lavoro: fattori che – nel complesso – rendono il mastice un bene prezioso di alta qualità. Il procedimento va da Giugno a Settembre ed è suddiviso in molti passaggi. I coltivatori di mastice si attivano presto, prima dell’alba, quando si avviano ai campi con i loro asini (una delle scene più pittoresche che si possano vedere sull’isola) pronti ad affrontare una giornata di duro lavoro al sole cocente. Prima di ogni elaborazione, il terreno intorno ad ogni pianta viene pulito e spianato. I tronchi sono puliti con cura, grattati e asciugati. In seguito il terreno viene coperto con argilla bianca in modo che le gocce di resina rimangano pulite e asciughino in fretta. Poi i contadini praticano con cura un’incisione della profondità di 2 o 4 cm lungo il tronco dell’albero a forma di arco con un piccolo martello tradizionale (il kentitiri). La cura dell’albero del mastice termina prima che il sole raggiunga il punto più alto. Quando le gocce sono coagulate, i lavoratori del mastice usano il timitiri (una sorta di spatola) per ricavare ogni piccolo cristallo. Tornati al villaggio, le piccole stradine si ravvivano non appena i raccoglitori di mastice iniziano il tahtarisma, la pulizia dei cristalli con sapone e acqua fredda e la successiva asciugatura delle lacrime di mastice. Al termine, il mastice è portato in speciali laboratori dove viene raffinato per arrivare finalmente sul mercato e nelle case con il suo profumo e il suo gusto unico. Ad ogni modo, la magia del mastice non proviene tanto dal suo gusto o dalla sua coltivazione accurata, quanto dai contenuti culturali e tradizionali strettamente legati all’evento sociale che la sua produzione tuttora rappresenta.

 

Informazione attualmente non disponibile.

Informazione attualmente non disponibile.

Hotel Argentikon Luxury Suites

Situato In una splendida posizione sulla magnifica isola di Chios, in Grecia, il complesso si trova in una tenuta di 32,000 m2 ed è stato costruito dalla famiglia Argenti nel 16° secolo . Recentemente è stato insignito del titolo di monumento storico.


Hotel Perleas

La dimora tradizionale Perleas, situata nella zona Kampos, non è un comune albergo: è un luogo che unisce la nobiltà di un’antica costruzione (risale al 1640 circa) ricca di storia con la meraviglia dell’ambiente. La tenuta di 4 acri, dove viene praticata l'agricoltura biologica, fornisce le verdure fresche servite agli ospiti.


Studio Ostria

Un piccolo complesso di appartamenti, ideale per chi è alla ricerca di una vacanza tranquilla e rilassante in un ambiente caldo e accogliente, con grande attenzione per l’ordine, la pulizia e la buona manutenzione delle strutture.


Hotel Riziko

L’hotel Riziko è una costruzione tradizionale recentemente restaurata e riportata all’antico splendore. E’ un lussuoso e particolarissimo boutique hotel, dotato di sole 10 camere, rivolto a chi ricerca un soggiorno fuori dal comune, in un’area estremamente tranquilla e rilassante, ideale per passeggiate a piedi e in bicicletta.


Hotel Agiazi

Si tratta di una dimora tradizionale a due piani, il cui primo nucleo risale al 1750 circa. Ottimamente restaurata secondo i canoni architettonici dell’epoca, la dimora gode del riconoscimento del Ministero della Cultura Ellenico. Lo scrittore George Theotokas ha descritto Kampos come uno degli angoli più belli dell’intera Grecia, un luogo ideale per chi desidera vivere giornate intense e profonde.


Hotel Lida Mary

Strettamente legata al ricco patrimonio dei Mastihohoria (i villaggi del mastice) e risalente al medioevo, la residenza tradizionale Lida Mary rappresenta una porta aperta verso un'altra epoca. L'arredamento, con le sue linee austere ed un lusso discreto, rispecchia il carattere forte della pietra che caratterizza anche Mesta, il vicino villaggio fortificato.


Appartamenti Tradizionali Spitakia

Gli alloggi tradizionali si trovano in un villaggio pre-medievale del XI secolo il cui nome Avgonima deriva dalla parola "avgonimata", che significa "campi a buon mercato". Circondato da una foresta di pini e ulivi, è il luogo ideale per gli amanti della natura e dell’escursionismo.


Aparthotel Volissos Holidays

Costruito ad anfiteatro su una splendida collina verde affacciata sul mare, Volissos Holidays è un piccolo complesso a gestione familiare situato nel nord-ovest di Chios. Il fine principale dei proprietari è quello di fornire un ambiente familiare ed accogliente per soddisfare le esigenze di famiglie, coppie e gruppi di amici.


Aparthotel Emporios Bay

Il piccolo complesso si trova nel piccolo golfo di Emporio ed è stato costruito nel rispetto dell’ambiente e delle tradizioni architettoniche di Chios. Emporios Bay combina la calda ospitalità di una piccola struttura a gestione familiare con il comfort che solo un moderno albergo può offrire.


Appartamenti Amarandos

Invisibile dalla strada, a soli 15 metri di distanza dalla spiaggia. Gli appartamenti Amarandos sono il luogo ideale per chi è alla ricerca di una vacanza confortevole e soprattutto rilassante, lontano dalla confusione delle zone più turistiche.


Aegean Airlines

Aegean Airlines, membro di Star Alliance, è attualmente il più importante vettore greco. Nato nel 1999, fornisce un servizio completo e di ottima qualità su tratte a breve e medio raggio.